EVENTO TRASCORSO

Passeggiata tra due antiche Pievi di Formigine e Castelnuovo Rangone

VIA ROMEA GERMANICA IMPERIALE

Die Veranstaltungen können variieren, kontaktieren Sie immer die Organisatoren, bevor Sie die Website besuchen.

In collaborazione con i Comuni di Formigine e Castelnuovo Rangone camminiamo sulla Via Romea Imperiale, tra due importanti luoghi di culto che si trovano sulla Via, in provincia di Modena.
Si partirà dalla Pieve di Colombaro per una facile passeggiata tra le due chiese, distanti tra loro 4 km circa, senza dislivelli e in piena sicurezza. Arrivati alla chiesa di Santa Maria del Tiepido avremo un bell’approfondimento sulla storia del luogo e della chiesa. Al termine, ritorno alla Pieve di Colombaro, ove verrà illustrato storicamente il complesso religioso.
Ci troviamo su un antichissimo snodo viario che risale al periodo romano su cui, nei secoli, si sono costruite diverse strade moderne, l’ultima delle quali è la recente Via Estense. Il periodo su cui ci soffermeremo per conoscere i due luoghi di culto è il XII secolo: siamo nel periodo in cui il Sacro Romano Impero, fondato dai Carolingi di Carlo Magno, era passato agli imperatori di origine Germanica che, dopo essere entrati in Italia al Passo del Brennero, attraversavano questi luoghi per recarsi a Roma.
Le due chiese hanno entrambe circa 900 anni, risalendo quindi al periodo in cui questi luoghi erano sotto l’influenza della Abbazia di Nonantola.
Chiesa di Santa Maria del Tiepido (Castelnuovo Rangone)
Questa chiesa è nominata in tre bolle papali, la più antica delle quali risale al 1112; è pure nominata in una carta del 1192 conservata nell’Archivio di Stato di Modena. L’insediamento risale probabilmente all’Alto medioevo, e si trova in una località abitata già in età romana, come dimostrato da reperti archeologici: un sarcofago in tufo, datato al II secolo dopo Cristo, un frammento di pavimento a mosaico; resti di muri di case e alcune pietre manubriate di età romana. Nei secoli ha avuto diversi nomi: ancora oggi c’è chi la chiama Madonna della Neve, ma il nome più antico fu Santa Maria in Grumolo (piccola altura).
Pieve di Colombaro (Formigine)
La Pieve romanica esiste già nel 1127 quando Fredolfo concede un terreno alla Chiesa di San Giacomo Apostolo, situata in località Colombaro, in onore di Santa Maria di Marola. La costruzione della chiesa, con annesso un monastero e un grande ospitale per pellegrini, potrebbe essere avvenuta tra il 1125 e il 1132 ad opera di Monaci di Santa Maria di Marola, Abbazia Benedettina fondata da Matilde di Canossa nell'appennino reggiano. L'intitolazione a San Giacomo fa presumere che il complesso sia sorto lungo percorsi di pellegrinaggio e rappresentasse un luogo di sosta per chi si dirigeva a Roma o a Santiago di Compostella. A partire dal Seicento la chiesa assume la funzione di parrocchia e viene sottoposta a trasformazioni in forme barocche. Gli interventi del Novecento cercano di restituire alla Pieve il suo originario aspetto romanico. Il campanile è della metà del Settecento. L’interno è a croce latina, con un'unica navata a copertura lignea su cui si innestano l'abside e le due cappelle laterali sormontate da volte a crociera. Sullo sfondo campeggia la grande tela settecentesca con San Giacomo Apostolo, raffigurato col libro e il bastone del pellegrino e alle sue spalle un vascello (che secondo la tradizione portò le spoglie del Santo dalla Terra Santa in Galizia). Sui lati si ammirano due tele settecentesche con San Geminiano e San Rocco. Il fastoso altare a intarsio marmoreo risale alla metà del Settecento.
Appuntamento alla Pieve di Colombaro domenica 8 ottobre 2023, ore 9,00
prenotazione obbligatoria all'indirizzo mail imperialevrg@gmail.com entro il 5 ottobre
­WO IST ES

­ gratuito

TAGE & FAHRPLäNE
­INFO & BIGLIETTI
335 6914349
Modena, (MO)

Es könnte dich auch interessieren...