Cammini Emilia Romagna

Chiesa di S. Maria in Aula Regia

A Comacchio, conosciuta anche come la ‘piccola Venezia’, sorge il Santuario di Santa Maria in Aula Regia, una delle costruzioni più antiche del centro storico di Comacchio già esistente nel 956.

L'attuale edificio sorge in un'area anticamente occupata dal Monastero di Santa Maria in Auregiario, la cui presenza viene attestata nel X sec. d.C. e fino al XII secolo e da cui prende il nome la statua in terracotta della Beata Vergine, opera rinascimentale di arte ferrarese, venerata col titolo di Santa Maria in Aula Regia protettrice della città e della maternità comacchiese. Il culto della Madonna dei Cappuccini è antichissimo, la tradizione vuole che questo culto sia stato importato dall’Oriente nel 750 circa.

L’interno si presenta ad una sola navata con volte a crociera e ai lati delle cappelle che contengono diversi dipinti, invece nella zona absidale è custodita l’ancona in legno dipinto che ospita la statua della Madonna nera col Bambino di terracotta.

 Merita assolutamente splendide passeggiate il loggiato dei Cappuccini composto da 142 archi a tutto sesto sostenuti da pilastri di pietra d’Istria e lungo circa 400 metri che conduce da una parte alla chiesa di Santa Maria in Aula Regia e dall’altra alla Manifattura dei Marinati interessante fabbrica-museo, altro punto di collegamento per raggiungere il centro di Comacchio ideale per passeggiate con bambini e bici.

E’ una tappa obbligatoria per gli appassionati di fotografia in quanto offre una prospettiva ed una profondità d’immagine notevole grazie anche all’intenso gioco di luci che unito alla tranquillità che si respira nel luogo lo rende ancora più unico e mistico.